/ by /   FISCO SIS / 0 comments

CERTIFICAZIONE UNICA PER GLI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

CERTIFICAZIONE UNICA PER GLI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Gli enti che nel corso dell’anno 2019 hanno corrisposto somme a lavoratori dipendenti, professionisti autonomi o abituali, nonché a favore di sportivi dilettanti (rimborsi e indennità di trasferta forfettari, premi o compensi sportivi), dovranno trasmettere all’Amministrazione Finanziaria i dati identificativi dei percipienti, la natura e l’entità delle somme erogate. La Certificazione Unica deve essere rilasciata al percipiente, utilizzando il modello “sintetico” entro il 31.03.2020, mentre la trasmissione all’Agenzia delle Entrate, utilizzando il modello “ordinario”, deve essere effettuata entro il 9.03.2020, in via telematica. Per le certificazioni non contenenti redditi da indicare nelle dichiarazioni dei redditi precompilate, l’invio potrà essere posticipato fino al termine di presentazione del modello 770 (2.11.2020 in quanto il 31.10 è sabato).

Associazioni, società e altri enti sportivi che rivestono la qualifica di datori di lavoro o, comunque, di sostituti d’imposta con riferimento alle somme erogate nel periodo d’imposta 2019.

  • La certificazione unica deve essere compilata anche nel caso di erogazione di premi e compensi nell’esercizio di attività sportive dilettantistiche di importo fino a € 10.000 e quindi esenti da ritenuta.
  • Relativamente ai compensi di cui all’art. 67, c. 1, lett. m) del Tuir (indennità di trasferta, rimborsi forfetari di spesa, premi e compensi erogati nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche) non devono essere indicati i rimborsi per spese documentate relative al vitto, all’alloggio, al viaggio e al trasporto sostenute in occasione di prestazioni effettuate fuori dal territorio comunale.
  • In presenza di più compensi erogati allo stesso percipiente, il sostituto ha la facoltà di indicare i dati relativi secondo le seguenti modalità: – totalizzare i vari importi e compilare un’unica certificazione qualora i compensi siano riferiti alla stessa causale; – compilare tante certificazioni quanti sono i compensi erogati nell’anno, avendo cura di numerare progressivamente le singole certificazioni riguardanti il medesimo percipiente.

SHARE THIS


Leave a Reply